News

  • “Ultimo reperto” di Laura Cristinzio
  • Dall'11 settembre al 13 novembre 2015, al Museo Archeologico di Napoli l’installazione, nell'atrio del Museo, propone e “interpreta” la “Villa di Poppea” a Oplonti, suggestivamente sintetizzandone spazi e illusioni prospettiche, affreschi e mosaici.

  • L’installazione, al centro del monumentale atrio del Museo, propone e “interpreta” la “Villa di Poppea” a Oplonti, suggestivamente sintetizzandone spazi e illusioni prospettiche, affreschi e mosaici. La relazione tra forma architettonica ed idea diventa l' incipit di tutta l'opera scultorea. Potremmo dire che è  un messaggio intenso e diretto che esprime il concetto di bellezza attraverso la metafora del viso di Poppea Sabina.
    Due pareti parallele di acciaio cor-ten e di metacrilato rosso, composte ciascuna da 12 pannelli incernierati larghi 1 metro e alti 2, rimandano all’antico contesto e in particolare a un triclinio, alludendo fra l’altro alla presenza della donna e ricordando, attraverso i frammenti sparsi sul pavimento, la catastrofica eruzione del 79 d.C. che seppellì la splendida villa. Completano l'installazione due Polipedi e due Mense, i polipedi e le due mense sono realizzati in metacrilato e disposti lateralmente alla doppia parete
    Ultimo reperto diventa per l'artista "codice" di lettura della qualità dello spazio segnato dall'impianto architettonico della storica dimora e dei suoi affreschi. Attribuendo questo titolo alla installazione la Cristinzio  intende dirci quanto consideri quest'opera intimamente connessa con quel luogo.
    Con “Ultimo reperto” il Museo Archeologico di Napoli si propone, una volta di più, di accorciare la distanza fra il passato e i modi possibili di percepirlo e raccontarlo al presente.

     

    Patrocini:
    Consiglio regionale della Campania, Comune di Napoli , Università Federico II Napoli

    Contributi di: 
    Banca Credito Popolare - Cartesar s.p.a. - Riccardi s.p.a. 
    Azienda agricola Di Meo s.a.s. Salza Irpina (AV)
    Il ristorantino dell'Avvocato Via Santa Lucia 115, Napoli

    Con la collaborazione dell' Assessorato alla Cultura e Turismo  del Comune di Napoli

     

    Catalogo: Paparo editore

    Testi: Mariantonietta Picone Petrusa, Valeria Sampaolo e Marco De Gemmis
    Contributi: Angelo Trimarco, Vitaliano Corbi, Luigi Caramiello, Almerigo de Angelis.

    Prenotazione: Nessuna
    Museo Archeologico di Napoli
    Città: Napoli
    Indirizzo: Piazza Museo, 19
    Provincia: NA      
    Orario: 9-19,30
    Telefono: 0814422276